Cosa sono le Apnee Notturne?

La sindrome delle apnee notturne, la cui definizione medica è Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno (Obstructive Sleep Apnea Syndrome – OSAS), è una patologia cronica molto diffusa che comporta ripetute interruzioni dell’attività respiratoria durante il sonno.

Queste interruzioni causano dei micro risvegli di circa 2/3 secondi al massimo, generalmente il paziente non si rende conto di questa situazione.

Infatti essendo, queste interruzioni, così brevi il cervello non fa in tempo a registrarle e quindi a provocare un pieno e cosciente risveglio.

La frequenza delle apnee può essere molto elevata da un minimo di 15 all’ora (il limite minimo per registrare la patologia) fino a 50/60 all’ora impedendo un riposo corroborante.

Le apnee notturne sono anche una tortura per chi dorme accanto a chi ne è soggetto, infatti il russare è veramente fastidioso con elevati decibel.

Non vi sono delle reali cause di questa patologia ma esistono una serie di fattori che incrociati fra di loro le scatenano.

Questi fattori sono:

  • l’obesità o comunque un peso elevato ai limiti della norma
  • l’assunzione di prodotti alcolici (vino, birra, liquori)
  • Il fumo
  • utilizzare farmaci ipnoinducenti
  • allergie di vario tipo (in particolare agli acari e al polline)
  • una particolare conformazione oro faringea

I sintomi identificativi della apnee notturne sono:

  • russamento abituale
  • pause nel respiro
  • forte sudorazione

Durante il giorno:

  • sonnolenza
  • scarso recupero della stanchezza
  • bassa concentrazione e bassa attenzione
  • depressione, irritabilità e disturbi di personalità.

Conseguenze delle apnee notturne:

  • forte incidenza di malattie cardiovascolari (ictus, infarto, ipertensione etc.);
  • possibilità di divenire insulino resistenti soprattutto se il tutto viene associato a una alimentazione errata.

Questa sindrome, pur essendo molto diffusa, è difficilmente riconosciuta e diagnosticata.

Come fare, quindi, per effettuare una corretta diagnosi delle apnee notturne?

  • Prima di tutto, potresti interpellare il tuo partner, amici o famigliari, chiedendo loro se durante la notte ti sentono russare rumorosamente o se si accorgono di interruzioni nella tua attività
  • Fare attenzione al proprio rendimento psicofisico.

In Area Salute sono presenti specialisti in grado di effettuare corrette diagnosi anche grazie all’utilizzo di strumentazioni particolari che permettono uno screening più che efficace.

Prima fra tutte il Rooticare una piccola device di appena 19 grammi di peso che viene posizionata sul torace grazie a due cerotti e registra fino a 7 giorni l’attività cardiaca e la qualità del sonno.

Se il Rooticare indica la possibilità di apnee si passa alla polisonnografia che registra in modo puntuale la dimanica del sonno. (Anche la polisonnografia è un esame che il paziente fa a casa).

Una volta effettuata la diagnosi si passa alla cura che consiste in:

  • dieta per la perdita di peso;
  • utilizzo di un byte;
  • utilizzo del cpap.

Se vi sentite assonnati, senza forze o se siete sicuri che la vostra qualità del sonno non sia delle migliori contattateci subito per fissare un appuntamento con i nostri specialisti.