fbpx

Qualità, brevi tempi di attesa, la salute a portata di tutti
Area Salute una scelta di valore

Gli Studi Medici di Area Salute sono regolarmente aperti.

 

Innesto osteocondrale fresco bipolare della caviglia Sandro Giannini 1, Roberto Buda, Brunella Grigolo, Roberto Bevoni, Francesco Di Caprio, Alberto Ruffilli, Marco Cavallo, Giovanna Desando, Francesca Vannini

Background: la grave artrite post-traumatica della caviglia rappresenta una sfida ricostruttiva nel paziente giovane e attivo.

L’allotrapianto osteocondrale fresco bipolare (BFOA) può rappresentare un’alternativa interessante all’artrodesi e alla sostituzione protesica.

Lo scopo di questo studio era descrivere una tecnica trans-malleolare laterale per BFOA e valutare i risultati in una serie di casi. Materiali e metodi: dal 2004 al 2006, 32 pazienti, età media 36,8 +/- 8,4 anni, affetti da artrite alla caviglia sono stati sottoposti a BFOA con un follow-up medio di 31,2 mesi.

L’innesto è stato preparato da maschere appositamente progettate, inclusi l’astragalo e la tibia con il malleolo mediale. Le superfici ospiti sono state preparate dalle stesse maschere tramite un approccio laterale.

L’innesto è stato posizionato e fissato con viti twist-off. I pazienti sono stati valutati clinicamente e radiograficamente a 2, 4 e 6 mesi dopo l’operazione e ad un follow-up minimo di 24 mesi.

Una biopsia delle aree innestate è stata ottenuta da 7 pazienti al follow-up di 1 anno per esame istologico e immunoistochimico.

Risultati: il punteggio AOFAS preoperatorio era 33,1 +/- 10,9 e postoperatorio 69,5 +/- 19,4 (p <0,0005). Si sono verificati sei errori.

I raccolti di cartilagine hanno mostrato un’istologia simile alla ialina con una normale componente di collagene ma una bassa presenza di proteoglicani e una struttura disorganizzata.

I campioni erano positivi per MMP-1, MMP-13 e Capsase-3. Conclusione: l’uso del BFOA rappresenta un’alternativa interessante all’artrodesi o all’artroprotesi.

Riteniamo che il dimensionamento preciso dell’allotrapianto, l’adattamento e la fissazione stabili e il carico ritardato siano stati fattori chiave per un esito positivo.