fbpx

Qualità, brevi tempi di attesa, la salute a portata di tutti
Area Salute una scelta di valore

Gli Studi Medici di Area Salute sono regolarmente aperti.

Per i pazienti sarà sufficiente dichiarare, nell’autocertificazione, che lo spostamento è dovuto per “motivi di salute”.

Trattamento di insufficienza venosa severa e cronica con schiuma eco guidata

Proponiamo qui di seguito un estratto di uno studio reperito su PubMed riferito al trattamento di insufficienza venosa severa e cronica con schiuma eco guidata

Ultrasound-guided foam sclerotherapy for severe chronic venous insufficiency
Guilherme Camargo Gonçalves de-Abreu1 
Otacílio de Camargo Júnior1 
Márcia Fayad Marcondes de-Abreu1 
José Luís Braga de-Aquino1  , TCBC-SP

1 – Pontifical Catholic University of Campinas, Campinas, SP, Brazil.

L’insufficienza venosa

L’insufficienza venosa cronica è caratterizzata da alterazioni cutanee causate da ipertensione venosa; nelle forme gravi progredisce alle ulcere degli arti inferiori.

Le vene varicose degli arti inferiori sono la principale causa di insufficienza venosa cronica e il trattamento classico comprende la chirurgia e la terapia compressiva.

Trattamenti alternativi minimamente invasivi per le vene varicose includono nuove tecniche come l’ablazione termica venosa mediante laser o radiofrequenza.

L’uso di metodi diversi dipende da fattori clinici e anatomici.

La scleroterapia con schiuma

La scleroterapia con schiuma guidata con iniezione venosa di schiuma sclerosante controllata dall’ecografia Doppler.

La scleroterapia è molto utile per trattare le vene varicose e, probabilmente, è più economica di altri metodi.

L’interesse per la scleroterapia con schiuma delle vene varicose nei pazienti con CVI grave è giustificato poiché spesso questi pazienti sono più anziani e meno inclini al trattamento chirurgico.

Pochi studi randomizzati hanno confrontato l’UFS con il trattamento clinico per la guarigione dell’ulcera e la casistica è piccola. Ci sono prove di favorirlo a scapito del trattamento chirurgico.

In una meta-analisi Mauck85 ha identificato una minore recidiva di ulcere varicose quando il reflusso venoso veniva rimosso chirurgicamente. I risultati di Mauck erano simili a quelli dello studio ESCHAR.

Diversi autori che studiano la guarigione delle ulcere varicose in seguito a UFS riportano tassi di guarigione superiori a quelli dello studio ESCHAR, tuttavia, vi è una predominanza di studi non comparativi.

O’Hare86 ha riportato un tasso di guarigione del 91,2% in 24 settimane, Kulkarni87 71,1% in 24 settimane, Campos88 91,3% dopo un anno e Cabrera89 83% in sei mesi. Campos90, nel 2014, ha randomizzato 49 pazienti con ulcera e reflusso da GSV per chirurgia o UFS. Ventitré arti sono stati sottoposti a UFS e la guarigione si è verificata nel 91,3% dopo un anno di trattamento.

Non ci sono state complicazioni o differenze gravi in relazione al gruppo chirurgico.

La velocità di guarigione dell’ulcera, il miglioramento clinico e il QL erano simili88,90. Silva91 ha identificato la guarigione dell’84,2% delle ulcere.

Studi randomizzati riportano una guarigione simile delle ulcere con chirurgia, termoablazione o UFS, con numerose casistiche77,92,93.

D.ssa Mirta D’Orazio

Nel suo Studio Medico, presso Area Salute a Ortona, la D.ssa Mirta D’Orazio effettua trattamenti di scleroterapia con schiuma guidata con iniezione venosa di schiuma sclerosante controllata dall’ecografia Dopp

1